en
Lingua
  • en
  • de
  • fr
  • es
  • br
  • ru
  • jp
  • kr
traduzione AI
  • ee
  • ae
  • cn
  • vn
  • id
  • eu
  • il
  • gr
  • no
  • fi
  • dk
  • se
  • tr
  • bg
  • nl
  • it
  • pl
  • hu
  • ro
  • ua
  • cs

Tavole Scrum

agile
mischia
note adesive
PIL
tavola agile
sprint

Teoria della mischia
Concetto di schede Scrum
Elemento del backlog del prodotto – PBI
Scheda degli arretrati
Bacheca Panoramica Sprint
Tabellone sprint a squadre
Altri argomenti correlati

Teoria della mischia

Agile e Scrum sono metodi utilizzati nello sviluppo di software e nella gestione dei prodotti per migliorare l'efficienza, l'adattabilità e la collaborazione.

Agile è una mentalità e un insieme di principi emersi come risposta ai limiti degli approcci tradizionali alla gestione dei progetti. Si concentra sulla fornitura di piccoli incrementi di lavoro in cicli brevi, promuovendo feedback e adattabilità.

Scrum è un popolare framework Agile che divide il lavoro in iterazioni con limiti di tempo chiamate "sprint". Durante ogni sprint, il team completa in modo collaborativo gli elementi del product backlog e fornisce un incremento di prodotto potenzialmente spedibile.

Agile contro cascata: Waterfall è un approccio lineare e sequenziale con pianificazione anticipata e coinvolgimento limitato del cliente, mentre Agile enfatizza la flessibilità, la collaborazione e il feedback dei clienti.

In Scrum, il flusso di lavoro ruota attorno a brevi sprint, a partire dallo Sprint Planning, seguito da riunioni Daily Scrum, Sprint Review e Sprint Retrospective per migliorare continuamente.

Ruoli in Scrum: il Product Owner rappresenta gli stakeholder, Scrum Master facilita il processo e il Team di sviluppo fornisce l'incremento del prodotto.

Rituali Scrum: Sprint Planning, Daily Scrum, Sprint Review, Sprint Retrospective e Refinement (noto anche come Backlog Refinement o Grooming) sono attività chiave in Scrum.

Definizione di fatto in Scrum

Nel contesto di Scrum, la "Definizione di Fatto" (DoD) è un concetto fondamentale che aiuta a garantire che l'incremento di lavoro sviluppato durante uno Sprint sia completo, di alta qualità e pronto per il rilascio. Serve come un insieme di criteri o standard che devono essere soddisfatti affinché un incremento di prodotto sia considerato "fatto" e potenzialmente spedibile. Il DoD viene generalmente definito e concordato dallo Scrum Team, inclusi il Product Owner, il Team di sviluppo e lo Scrum Master. Ecco cosa include in genere la definizione di Fatto:

  • Codice completo: tutto il codice deve essere scritto, rivisto e approvato. Dovrebbe aderire agli standard di codifica e alle migliori pratiche.
  • Documentazione: tutta la documentazione necessaria, come manuali utente, guide di installazione o documentazione API, deve essere completata e mantenuta aggiornata.
  • Revisione e approvazione: l'incremento del prodotto deve essere rivisto dal Product Owner e la sua approvazione deve essere ottenuta per garantire che soddisfi le esigenze aziendali e sia allineato con la visione del prodotto.
  • Dimostrabile: l'incremento dovrebbe essere dimostrabile alle parti interessate, consentendo loro di vedere la nuova funzionalità e fornire feedback.
  • Pronto per il rilascio: l'incremento del prodotto dovrebbe essere in uno stato in cui potrebbe essere potenzialmente rilasciato ai clienti senza alcun lavoro aggiuntivo.
  • Oltre a questi, la DoD comprende anche vari tipi di test, tra cui unit test, test di integrazione, test di sistema, criteri di accettazione e test di prestazioni e carico.

La Definizione di Fatto viene generalmente stabilita in collaborazione dallo Scrum Team, che comprende il Product Owner, il Team di Sviluppo e lo Scrum Master. Viene spesso definito durante le fasi iniziali, come lo Sprint 0 o lo Sprint Planning.


Concetto di schede Scrum


  • Strumento digitale, ma quasi come la collaborazione in un ufficio offline
  • Facilità di gestione
  • Modifica in tempo reale: più persone possono modificare contemporaneamente
  • Pochi permessi, facile da usare

La nostra missione è fornire ai team un ambiente in tempo reale che favorisca una collaborazione senza soluzione di continuità. Integriamo i vantaggi del mondo offline e online, permettendoti di lavorare con carte e appunti su una lavagna virtuale come se fossi in una sala riunioni.

Perché provare le schede Scrum? Il nostro team non solo utilizza le schede Scrum, ma fa anche il passo ulteriore sviluppando il proprio strumento, assicurandosi che soddisfi le esigenze del mondo reale. Lo usiamo noi stessi per il nostro sviluppo e disponiamo di team di sviluppo sia collocati che remoti/ibridi. Puoi goderti la chiarezza visiva e un'interfaccia intuitiva come standard mentre personalizzi l'area di lavoro in base alle preferenze del tuo team in completa libertà.

Sperimenta l'efficienza come mai prima d'ora con azioni rapide e modifiche in tempo reale visibili a tutti gli utenti sulla lavagna. Nessuna restrizione sui ruoli: tutti sono responsabili e possono contribuire senza limitazioni.

Per i team Scrum, offriamo schede pronte all'uso su misura per le esigenze di Scrum, basate sull'esperienza genuina del nostro team Scrum.



Elemento del backlog del prodotto – PBI


Elemento del Product Backlog (PBI): un elemento essenziale dello sviluppo di Scrum

Nel mondo di Scrum, il Product Backlog Item (PBI) ricopre un ruolo fondamentale nel catturare l'essenza di una soluzione immaginata dal team Scrum. A differenza delle attività, che si concentrano sulla descrizione dei problemi, i PBI forniscono una descrizione completa delle soluzioni, consentendo ai team di stabilire le priorità, pianificare ed eseguire lo sviluppo in modo efficace. Questo articolo fa luce sul significato dei PBI, sulle loro distinzioni dalle attività e sul processo di suddivisione delle funzionalità in PBI più piccoli. Inoltre, esploriamo l'uso di foglietti adesivi per catturare dettagli essenziali.

Comprendere l'elemento del Product Backlog (PBI)

Il Product Backlog funge da elenco dinamico e prioritario di tutte le funzionalità, i miglioramenti e le correzioni previste per un prodotto. Ogni elemento all'interno del Product Backlog è chiamato elemento del Product Backlog (PBI). I PBI incapsulano i requisiti dei clienti, le aspettative delle parti interessate e le idee innovative raccolte durante il percorso di sviluppo del prodotto.

PBI vs. compito: chiarire la differenza

Una comune fonte di confusione risiede nel differenziare i PBI dai compiti. Entrambi gli elementi vanno oltre la semplice soluzione dei problemi, poiché comprendono anche le storie e le esigenze degli utenti. Comprendere le loro distinzioni è fondamentale per implementare con successo le metodologie Scrum:

Compito:

  • Ddescrizione di un problema: I compiti ruotano principalmente attorno all'identificazione e alla descrizione di problemi, ostacoli o sfide che il team Scrum incontra durante il processo di sviluppo.
  • Orientato all'azione: i compiti sono orientati all’azione e si concentrano su azioni o passi specifici che devono essere adottati per affrontare il problema identificato.

Le attività consentono al team di scomporre i PBI in componenti attuabili, favorendo la collaborazione e il senso di realizzazione.

Comprendere l’essenza dei PBI e delle attività guida un’implementazione efficiente di Scrum, portando a risultati notevoli e alla soddisfazione del cliente. Abbraccia la loro sinergia per un prospero viaggio in Scrum.

Elemento del portafoglio prodotti (PBI):

  • Descrizione di una soluzione: Al contrario, i PBI sono incentrati sul fornire una descrizione completa della soluzione che il team Scrum intende implementare per soddisfare un particolare requisito o rispondere a un’esigenza specifica dell’utente.
  • Comprendere il valore del cliente: I PBI evidenziano il valore che la soluzione proposta offrirà agli utenti finali o alle parti interessate, allineando gli sforzi del team con la soddisfazione del cliente.

Suddivisione delle funzionalità in PBI più piccoli

Mentre il team Scrum collabora per perfezionare il Product Backlog, potrebbe incontrare funzionalità più ampie e complesse che sono difficili da affrontare nel loro insieme. In tali scenari, il processo di suddivisione delle funzionalità in PBI più piccoli diventa determinante. La suddivisione di funzionalità considerevoli in PBI più piccoli e più gestibili offre numerosi vantaggi:

  • Agilità migliorata: PBI più piccoli consentono ai team di fornire valore in modo iterativo e incrementale, promuovendo un processo di sviluppo più flessibile e adattivo.
  • Maggiore focus: Con PBI più piccoli e ben definiti, i membri del team possono concentrarsi su obiettivi specifici, favorendo una comprensione più chiara di ciò che deve essere realizzato.
  • Stime migliori: PBI più piccoli consentono una stima più accurata dell'impegno e della complessità, portando a una pianificazione e previsione più affidabile.
  • Circuiti di feedback efficienti: Fornendo soluzioni incrementali, il team può raccogliere feedback nelle prime fasi del processo di sviluppo, facilitando il miglioramento continuo.

 

 



Utilizzo di note adesive per i dettagli PBI

Le note adesive svolgono un ruolo cruciale nel suddividere il carico di lavoro in parti gestibili sulle sprint board, consentendo all'intero team di impegnarsi attivamente nella consegna del PBI durante lo sprint. Questi piccoli, ma di grande impatto, sostituti delle colonne portano alla luce una serie di parti e passaggi per la realizzazione. Ecco perché si rivelano così efficaci:

  • Organizzazione visiva: Sia che adornino lavagne fisiche o digitali, le note adesive consentono di riorganizzare, definire le priorità e visualizzare facilmente i PBI.
  • Collaborazione e coinvolgimento: Durante le sessioni di pianificazione e perfezionamento, le note adesive favoriscono discussioni interattive, attirando la partecipazione attiva dell'intero team Scrum.
  • Flessibilità: Adattarsi alle mutevoli esigenze o acquisire nuove conoscenze diventa un gioco da ragazzi, poiché le informazioni sui foglietti adesivi possono essere facilmente aggiornate o modificate.
  • Accessibilità: Indipendentemente dal fatto che il team sia collocato o lavori in remoto, le lavagne digitali che contengono note adesive facilitano la collaborazione senza soluzione di continuità negli ambienti di sviluppo ibridi.

Modelli per razionalizzare i dettagli PBI

Oltre alle note adesive, i modelli svolgono un ruolo significativo nel garantire la gestione coerente ed efficiente dei dettagli PBI. I modelli consentono una struttura e un formato predefiniti per i PBI, garantendo che le informazioni chiave vengano acquisite in modo coerente. Questi modelli fungono da base per attività specifiche del PBI, che possono quindi essere visualizzate utilizzando note adesive. Inoltre, il nostro software offre una funzionalità preziosa: la memorizzazione di più modelli. Questa funzionalità consente set distinti di note adesive adattate ai diversi accordi di definizione del completamento (DoD). Che tu stia lavorando su una nuova funzionalità o risolvendo un bug, questi modelli offrono versatilità ed efficienza nella gestione di vari tipi di lavoro all'interno del framework Scrum.


Conclusione

In conclusione, i PBI sono essenziali nello sviluppo di Scrum, incapsulando l’essenza delle soluzioni immaginate per soddisfare le esigenze e le aspettative dei clienti. Distinti dai compiti, i PBI enfatizzano le soluzioni piuttosto che i problemi, fornendo chiarezza e direzione al team Scrum. La scomposizione di funzionalità più grandi in PBI più piccoli migliora l'agilità, la concentrazione e l'accuratezza della stima. Incorporando note adesive e modelli nel processo Scrum, i team Scrum possono portare l'organizzazione, la collaborazione e l'adattabilità a un livello superiore. Questo approccio favorisce un ambiente di miglioramento continuo e sviluppo di prodotti di successo. Abbracciando il potere dei PBI e delle note adesive, i team Scrum possono liberare tutto il loro potenziale e offrire un valore eccezionale ai propri stakeholder. Le note adesive, in quanto strumenti versatili e adattabili, completano la metodologia Scrum e ne migliorano l'efficienza, mentre i modelli forniscono struttura e coerenza ai dettagli PBI, con l'ulteriore vantaggio di accordi DoD su misura per diversi tipi di lavoro.


Scheda degli arretrati

Ottimizzazione del flusso di lavoro agile con una bacheca del backlog

Nel mondo dello sviluppo Agile, una gestione efficiente ed efficace del product backlog è fondamentale per il successo della consegna del progetto. Una bacheca del backlog è un potente strumento che consente ai team di stabilire le priorità, perfezionare e gestire gli elementi del backlog in modo visivo e collaborativo. Questo articolo informativo esplora i vantaggi dell'utilizzo di una Backlog Board e come può supportare i team Agile nella fornitura di prodotti di alta qualità.

Cos'è una bacheca del backlog?

Una scheda del backlog è una rappresentazione visiva del backlog del prodotto, spesso visualizzata su una scheda fisica o negli strumenti digitali di gestione dei progetti. Fornisce una panoramica chiara degli elementi di lavoro nelle diverse fasi di perfezionamento e sviluppo. Una tipica bacheca del backlog è composta da tre colonne principali: Posta in arrivo, Da rifinire e Raffinato.

Posta in arrivo: questa è la colonna iniziale in cui vengono raccolte nuove idee, requisiti o storie degli utenti. Questi elementi potrebbero non essere completamente definiti e richiedono ulteriori analisi e chiarimenti prima di procedere. Inoltre, la bacheca degli arretrati consente di filtrare facilmente e rimuovere facilmente gli elementi trascinandoli nel cestino, semplificando la gestione e la manutenzione degli arretrati.

Perfezionare: in questa colonna, gli elementi del backlog della posta in arrivo vengono selezionati per il perfezionamento. Il proprietario del prodotto, il team di sviluppo e le altre parti interessate collaborano per suddividere i grandi elementi arretrati in attività più piccole e attuabili con criteri di accettazione chiari. Questa fase garantisce che gli elementi siano pronti per lo sviluppo nello sprint successivo. Gli stessi PBI servono come descrizione della soluzione e dell'approccio, poiché delineano i requisiti e le funzionalità specifici che devono essere implementati per una consegna di successo. Questa chiara descrizione nei PBI pone le basi per un obiettivo di sprint ben definito e raggiungibile.

Raffinato: una volta che gli elementi del backlog sono stati adeguatamente perfezionati, vengono spostati nella colonna Raffinato. Questi elementi sono ben definiti, stimati e pronti per l'implementazione nei prossimi sprint.

Supportare perfezionamenti e collaborazione

La bacheca del backlog supporta i perfezionamenti fornendo al team uno spazio centralizzato e visibile per discutere e chiarire gli elementi del backlog. Questo approccio collaborativo consente ai membri del team di condividere le proprie intuizioni e prospettive, portando a una migliore comprensione e a un miglioramento degli elementi arretrati.

Funzionalità di suddivisione degli elementi del Product Backlog di grandi dimensioni (PBI)

PBI grandi e complessi possono creare sfide per il team di sviluppo. La Backlog Board facilita il processo di scomposizione di questi elementi di grandi dimensioni in pezzi più piccoli e gestibili. In questo modo, il team può affrontare il lavoro in modo più efficace, migliorare l’accuratezza della stima e ridurre i rischi associati all’incertezza.

Stime, colori, emoji e filtri

Stimare lo sforzo richiesto per ciascun elemento del backlog è essenziale per la pianificazione dello sprint e la gestione della capacità del team. La Backlog Board funge da strumento versatile che consente ai team di assegnare punti della storia o qualsiasi altra metrica di stima di loro scelta, che si tratti di unità numeriche, descrittori testuali o anche emoji, a ciascun elemento del backlog. Questa pratica fornisce preziose informazioni sulla portata e sulla complessità del lavoro.

L'uso di colori ed emoji nella bacheca del backlog può aiutare a visualizzare vari attributi o livelli di priorità. Ad esempio, codificare gli elementi tramite colori in base alla loro urgenza o importanza può aiutare a identificare a colpo d'occhio le attività critiche. Gli emoji possono essere utilizzati anche per indicare tipi di elementi specifici o feedback delle parti interessate.

Inoltre, le opzioni di filtro nella bacheca del backlog consentono ai team di concentrarsi su sottoinsiemi specifici di elementi del backlog, come quelli assegnati a un particolare membro del team, livello di priorità o versione di rilascio. Questa capacità di filtraggio migliora la trasparenza e semplifica il processo di pianificazione.

Impostazione importante del tracker

Per poter aggiungere un'attività alla scheda del backlog del prodotto, è necessario abilitare il campo sull'impostazione dei rispettivi tracker (Amministrazione >> tracker >> tracker selezionato).


Conclusione

Una Backlog Board ben organizzata è una risorsa preziosa per i team Agile, poiché semplifica il processo di definizione delle priorità, perfezionamento e pianificazione. Centralizzando e visualizzando il product backlog, il Backlog Board favorisce la collaborazione, supporta perfezionamenti efficienti e facilita la gestione di elementi del backlog grandi e complessi. Attraverso l'uso di stime, colori, emoji e filtri, i team possono ottimizzare il proprio flusso di lavoro, migliorando la produttività e distribuendo con successo i prodotti in un ambiente di sviluppo Agile.


Bacheca Panoramica Sprint

Migliorare l'efficienza agile con una scheda panoramica dello sprint

Nella gestione del progetto Agile, mantenere una panoramica chiara e organizzata degli sprint è fondamentale per una collaborazione senza soluzione di continuità tra il Product Owner (PO), lo Scrum Master (SM) e il team di sviluppo. Una Sprint Overview Board funge da strumento visivo centrale che supporta lo Sprint Planning, le Sprint Reviews e varie altre attività essenziali.

Che cos'è una scheda panoramica dello sprint?

Una Sprint Overview Board è una rappresentazione visiva degli sprint attuali in un progetto Agile. Fornisce alle parti interessate, inclusi PO, SM e team di sviluppo, una visione completa del backlog dello sprint, dei progressi e delle attività pianificate. Questa scheda può essere fisica o digitale, quest'ultima più comune nei team distribuiti o remoti.


Supportare la pianificazione dello sprint e le revisioni degli sprint


Obiettivi di uno Sprint Overview Board :

  • Definizione e revisione degli obiettivi dello sprint: La funzione primaria dello Sprint Overview Board è quella di facilitare la definizione e la valutazione continua dell'obiettivo dello sprint. Durante le sessioni di pianificazione dello sprint, funge da tela in cui il team delinea gli obiettivi specifici da raggiungere. Man mano che lo sprint procede, la scheda aiuta a valutare i progressi verso l'obiettivo e consente aggiustamenti in tempo reale per ottimizzarne il raggiungimento. La natura dinamica del consiglio garantisce che il team rimanga allineato e reattivo all’evoluzione delle dinamiche del progetto.
  • Pianificazione strategica e monitoraggio dell'implementazione: questa piattaforma funge da hub centrale per la pianificazione strategica e il monitoraggio dell'implementazione delle attività. Durante la pianificazione dello sprint, gli elementi del Product Backlog (PBI) vengono meticolosamente pianificati e organizzati, formando una tabella di marcia per l'esecuzione. Mentre il team avvia l'implementazione, la bacheca funge da ausilio visivo per monitorare lo stato di ciascuna attività, consentendo una rapida identificazione di potenziali colli di bottiglia o attività che richiedono ulteriore attenzione. Questo monitoraggio in tempo reale migliora l'efficienza e aiuta a mantenere l'attenzione sugli obiettivi generali dello sprint.
  • Concentrarsi sui compiti essenziali e sulla definizione delle priorità: La Sprint Overview Board consente al team di ottimizzare i propri sforzi concentrandosi sui compiti vitali e dando loro priorità in modo efficace. Fornendo un'istantanea completa del backlog dello sprint, il consiglio garantisce che il team dedichi le proprie energie a compiti in linea con l'obiettivo dello sprint. Questo approccio mirato riduce al minimo le distrazioni e ottimizza la produttività collettiva del team.
  • Miglioramento continuo e analisi riflessiva: Durante le Sprint Retrospectives, la tavola si evolve in un prezioso strumento analitico. Consente al team di valutare retrospettivamente le proprie prestazioni, identificando punti di forza, di debolezza e aree di miglioramento. Facendo riferimento alla rappresentazione visiva del percorso dello sprint sul tabellone, il team può prendere decisioni informate per affinare le proprie strategie negli sprint successivi.
  • Adattamento Agile e Flessibilità: La metodologia Agile si basa sull’adattabilità e la Sprint Overview Board è un fattore chiave di questa etica. Consente al team di adattarsi rapidamente alle mutevoli esigenze, alle intuizioni emergenti o ai cambiamenti nelle priorità. Questa flessibilità garantisce che le strategie del team rimangano dinamiche e allineate con l'evoluzione del panorama del progetto.
  • Comunicazione migliorata e coinvolgimento delle parti interessate: Agendo come canale per una comunicazione efficace, il consiglio promuove la comprensione condivisa tra il team e le parti interessate. Fornisce una visione completa del lavoro completato, delle attività in corso e delle attività imminenti. Questa visibilità condivisa migliora la collaborazione, riduce i problemi di comunicazione e garantisce che tutte le parti interessate siano informate sullo stato di avanzamento del progetto.

In sostanza, lo Sprint Overview Board funge da risorsa strumentale per il successo del progetto Agile. Promuovere la comunicazione, la collaborazione e la trasparenza consente al team di rimanere concentrato, organizzato e adattabile durante tutto il ciclo di vita dello sprint. Attraverso queste funzioni strategiche, il consiglio di amministrazione svolge un ruolo fondamentale nel guidare la consegna di preziosi incrementi di lavoro in ogni sprint, contribuendo in modo significativo al raggiungimento del progetto.


Creazione di un nuovo sprint

La Sprint Overview Board supporta il processo di creazione di un nuovo sprint. Consente al team di spostare elementi rilevanti del backlog, impostare un obiettivo chiaro per lo sprint e identificare la capacità. In alcuni casi, aiuta nelle discussioni sull’adeguamento della durata dello sprint in base alle prestazioni passate, all’analisi dei dati e all’allineamento con le parti interessate. La durata dello sprint, delimitata dalle date di inizio e fine, può essere inizialmente impostata durante la pianificazione dello sprint e ulteriormente modificata anche mentre lo sprint è in corso. Questo livello di flessibilità garantisce uno sprint ben pianificato ed efficiente, consentendo ai team di ottimizzare il proprio flusso di lavoro e adattarsi alle mutevoli dinamiche del progetto.


Chiusura di uno Sprint

Quando uno sprint giunge al termine, lo Sprint Overview Board facilita il processo di chiusura. Il team può rivedere l'avanzamento dello sprint, contrassegnare gli elementi completati e affrontare eventuali attività o problemi rimanenti. Questa chiusura visiva consente al team di riflettere sui propri risultati e di imparare dalle sfide, contribuendo al miglioramento continuo.

Transizione dallo sprint attuale al lavoro futuro

Lo Sprint Overview Board svolge anche un ruolo fondamentale nella transizione dallo sprint attuale al lavoro futuro. Una volta completato uno sprint, la bacheca può essere utilizzata per archiviare gli elementi completati e le eventuali attività non completate. Questo passaggio garantisce che il team mantenga un registro storico e un riferimento per la pianificazione futura e le retrospettive.

Con lo sprint corrente chiuso, il team può concentrarsi sulla pianificazione per lo sprint successivo. La Sprint Overview Board consente loro di passare senza problemi all'iterazione successiva, selezionare nuovi elementi del backlog e stabilire un nuovo obiettivo dello sprint.


Conclusione

La Sprint Overview Board è uno strumento vitale per i team Agile, poiché favorisce una comunicazione e una collaborazione efficaci tra il Product Owner, lo Scrum Master e il team di sviluppo. Supportando la pianificazione dello sprint e le revisioni degli sprint, creando e chiudendo gli sprint e facilitando la transizione tra le iterazioni, il consiglio di amministrazione migliora l'efficienza e la trasparenza del team. Come parte integrante del flusso di lavoro Agile, la Sprint Overview Board consente ai team di fornire prodotti di alta qualità e migliorare continuamente il loro processo di sviluppo.

Tabellone sprint a squadre


La tavola sprint a squadre

Nello sviluppo software Agile, la Team Sprint Board è uno strumento cruciale utilizzato dai team di sviluppo per visualizzare e gestire il proprio lavoro durante uno sprint. Funge da hub centrale per monitorare i progressi, promuovere la collaborazione e garantire la trasparenza tra i membri del team. Esploriamo l'importanza della Team Sprint Board per i team di sviluppo e il modo in cui supporta i daily scrum, facilita la gestione delle attività con note adesive e applica le migliori pratiche per le configurazioni di colonne e corsie.


Cos'è una tavola Sprint a squadre?

La Team Sprint Board è una lavagna fisica o digitale che mostra lo stato di varie storie utente o elementi del product backlog (PBI) durante uno sprint Agile. È una parte fondamentale di Scrum, un popolare framework Agile utilizzato dai team di sviluppo per fornire software di alta qualità in modo iterativo e incrementale.

Supportare i Daily Scrum (Standup)

Il Team Sprint Board svolge un ruolo fondamentale nel supportare i daily scrum, noti anche come standup meeting. Durante i daily scrum, i membri del team si riuniscono per discutere i progressi, gli obiettivi e gli eventuali ostacoli che potrebbero incontrare. La rappresentazione visiva dello sprint board consente ai membri del team di cogliere rapidamente lo stato attuale delle attività e identificare potenziali colli di bottiglia.

Ogni membro del team sposta le proprie note adesive (che rappresentano attività o PBI) sul tabellone durante la mischia giornaliera per aggiornare i propri progressi. Questa pratica favorisce la trasparenza e migliora la comunicazione, rendendo più semplice per il team collaborare in modo efficace e prendere decisioni informate per raggiungere gli obiettivi dello sprint.

Obiettivi del Team Sprint Board

  • Stand-up giornalieri: Durante gli stand-up meeting giornalieri, lo Sprint Overview Board funge da punto focale per discutere lo stato di avanzamento delle attività e qualsiasi potenziale ostacolo. Consente al team di avere discussioni significative e mirate sul lavoro che richiede attenzione.
  • Allineamento e collaborazione: Il consiglio promuove l’allineamento e la collaborazione all’interno del team. Fornisce una comprensione condivisa degli obiettivi e dei progressi dello sprint, consentendo a tutti di lavorare insieme verso un obiettivo comune.
  • Rilevamento precoce dei problemi: Con la rappresentazione visiva delle attività, eventuali problemi o rischi possono essere identificati nelle prime fasi dello sprint. Ciò consente al team di adottare misure proattive per affrontarli e garantire uno sprint di successo.
  • Motivazione e responsabilità: La rappresentazione visiva delle attività completate può motivare i membri del team e creare un senso di realizzazione. Inoltre, aumenta la responsabilità poiché i progressi sono trasparenti per l’intero team.


Note adesive facili da creare

Uno dei vantaggi più significativi del Team Sprint Board è la facilità di creare foglietti adesivi. Queste note adesive servono come passaggi, metodi e distribuzione dell'attività, della storia o del bug ad altre parti. Ogni nota adesiva rappresenta i singoli passaggi per fornire il PBI. I membri del team possono utilizzare foglietti adesivi di colori diversi per rappresentare diversi tipi di lavoro o priorità, rendendo più semplice identificarli e monitorarli sulla lavagna.

La semplicità dei foglietti adesivi consente ai membri del team di adattare rapidamente la lavagna quando sorgono nuovi compiti o cambiano le priorità. Questa flessibilità garantisce che il team rimanga concentrato e organizzato durante tutto lo sprint. Inoltre, i membri del team possono preparare queste note adesive manualmente o da modelli durante il perfezionamento dello sprint e saranno visibili nella Team Sprint Board. Questa funzionalità è disponibile nella modifica del PBI e fornisce un modo conveniente per acquisire e tenere traccia delle informazioni e delle attività essenziali durante lo sprint.

Configurazioni di colonne e corsie

Sebbene la Team Sprint Board offra grande flessibilità nella gestione delle attività tramite note adesive, presenta alcune limitazioni relative alla configurazione delle colonne. In genere, una Team Sprint Board di base è composta da tre colonne principali: "Da fare", "In corso" e "Fine". Queste colonne rappresentano le fasi del flusso di lavoro delle attività o dei PBI.

Le note adesive sostituiscono gli stati con colonne, consentendo ai team di semplificare il flusso di lavoro. I team definiscono le colonne per todo, implementazione e done. In combinazione con gli slip, consente variazioni illimitate per una rapida configurazione e miglioramento. Aderendo alle pratiche Scrum, le colonne dovrebbero riflettere solo le fasi primarie del flusso di lavoro, non entità separate. Con questo approccio si ottiene una gestione efficiente ed efficace del flusso di lavoro.

Inoltre, l'introduzione delle corsie porta un ulteriore livello di versatilità alla Team Sprint Board. Le corsie di nuoto, che possono essere spostate su e giù lungo la scacchiera, offrono una soluzione pratica per ordinare e dare priorità alle attività all'interno del flusso di lavoro dello sprint. Questa funzionalità migliora la capacità del team di concentrarsi su elementi ad alta priorità e di adattare dinamicamente l'allocazione delle risorse. Incorporando le corsie nella struttura della bacheca, i team possono ottimizzare la visualizzazione del flusso di lavoro e la gestione delle attività con precisione e agilità ancora maggiori.


Kanban come soluzione per colonne aggiuntive

Per soddisfare la necessità di colonne o corsie aggiuntive oltre al flusso di lavoro standard a tre colonne nella Team Sprint Board, i team possono adottare la metodologia Kanban insieme a Scrum. Kanban consente un flusso di lavoro più personalizzabile, consentendo ai team di visualizzare e gestire diversi tipi di lavoro in modo efficace. Combinando Scrum con Kanban, i team possono mantenere gli elementi Agile essenziali godendo al tempo stesso della flessibilità di adattare la propria scheda ai requisiti specifici del progetto.

Conclusione

La Team Sprint Board è uno strumento indispensabile per i team di sviluppo che praticano le metodologie Agile, in particolare Scrum. Visualizzando lo sprint backlog e aggiornando lo stato di avanzamento delle attività tramite note adesive, la bacheca migliora la collaborazione e la comunicazione tra i membri del team. Tuttavia, è essenziale aderire alle best practice di Scrum e mantenere il flusso di lavoro standard a tre colonne, rendendo più semplice tenere traccia dei progressi e raggiungere gli obiettivi dello sprint in modo efficace. Per i team che cercano maggiore flessibilità nelle configurazioni del flusso di lavoro, l'integrazione delle pratiche Kanban insieme a Scrum è una soluzione consigliata per trovare un equilibrio tra struttura e personalizzazione.


Altri argomenti correlati

Poiché il mondo dello sviluppo software continua ad evolversi, altrettanto fa l’implementazione delle metodologie Agile. Scrum, un framework popolare nel panorama Agile, ha subito trasformazioni significative per soddisfare le mutevoli esigenze dei team di sviluppo e del software che producono. Esploriamo alcuni dei vantaggi che si sono verificati in Scrum, tra cui la ridotta necessità di supporto, l'utilizzo di più backlog e la sua integrazione con l'app Easy Redmine.


Ridotta necessità di supporto

Uno dei cambiamenti più notevoli nella metodologia Scrum è la sua ridotta dipendenza dal supporto esterno. Nelle fasi iniziali, i team Scrum spesso necessitavano di coaching e guida approfonditi per implementare il framework in modo efficace. Tuttavia, poiché le pratiche Scrum sono diventate sempre più radicate nella cultura dello sviluppo software, i team hanno acquisito una maggiore comprensione dei principi e delle pratiche della metodologia. Con l'esperienza, sono diventati più abili nell'auto-organizzarsi, nel prendere decisioni e nell'adattare i propri processi per soddisfare le specifiche esigenze del progetto. Questo empowerment e autosufficienza riflettono la maturazione di Scrum e la sua riuscita integrazione nei flussi di lavoro dei team di sviluppo.

Prova Easy Redmine in 30 giorni di prova gratuita

Funzionalità complete, protezione SSL, backup giornalieri, nella tua geolocalizzazione