en
Lingua
  • en
  • de
  • fr
  • es
  • br
  • ru
  • jp
  • kr
traduzione AI
  • ee
  • ae
  • cn
  • vn
  • id
  • eu
  • il
  • gr
  • no
  • fi
  • dk
  • se
  • tr
  • bg
  • nl
  • it
  • pl
  • hu
  • ro
  • ua
  • cs

Versioni di Ruby e loro manutenzione

Easy Redmine è strettamente legato a Ruby e (ovviamente alle sue versioni). Approfondiamo il modo in cui i suoi aggiornamenti regolari e i potenti framework come Ruby on Rails lo mantengono all'avanguardia nello sviluppo web e scopriamo quali sono le prospettive di questo linguaggio dinamico.

Sommario

Versioni rubino
Quante versioni di Ruby esistono?
Qual è l'ultima versione di Ruby?
Quale versione di Ruby è stabile?
Quale versione di Ruby è supportata?
Aggiornamento della versione di Ruby
Garantire la compatibilità con le versioni Ruby
Gestire facilmente gli aggiornamenti della versione di Ruby
Le versioni normali di Ruby mantengono le app in esecuzione

Versioni rubino

Ruby è un linguaggio di programmazione dinamico e open source con particolare attenzione alla semplicità e alla produttività, con una sintassi elegante che è naturale da leggere e facile da scrivere.

Tra i suoi vantaggi la community individua:

  • Sintassi intuitiva e vicina al linguaggio naturale
  • Consentire agli sviluppatori di modificare liberamente le sue parti
  • Numerose librerie e framework (chiamati Gems). In particolare, Ruby on Rails, che accelera significativamente lo sviluppo di applicazioni web
  • Comunità ampia e attiva, che fornisce ampia documentazione, tutorial e librerie di terze parti

Rubino (su rotaie) viene utilizzato per creare piattaforme come Basecamp, GitHub, Shopify o Redmine. Per non parlare di migliaia di entusiasmanti progetti open source (e di mentalità aperta) più piccoli.

Supportato da una comunità così attiva e stimolante, non c’è da meravigliarsi che ci sia una forte sete di innovazione. Il che porta al (quasi) continuo Aggiornamenti di Ruby.


Quante versioni di Ruby esistono?

Il rilascio della versione 1.0 di Ruby è avvenuto il 25 dicembre 1996. Da allora, Ruby ha rilasciato 16 versioni maggiori o minori (a partire da maggio 2024) e circa 200 versioni di patch o correzioni di bug nel mezzo.

Negli ultimi anni, è diventata una sorta di tradizione rilasciare versioni significative di Ruby nel periodo natalizio, dando alla comunità qualcosa in più da anticipare durante questo periodo dell'anno.

Qual è l'ultima versione di Ruby?

A partire da maggio 2024, la versione Ruby stabile più alta è la 3.3.1. È probabile che nei prossimi mesi seguiranno versioni più piccole (3.3.2, ecc.).

Data la storia recente, non è irragionevole aspettarsi il rilascio della versione stabile 3.4.0 nel Natale del 2024. Tieni presente solo che non esiste alcuna garanzia ufficiale per questa data di rilascio.

Ruby 3.4.0-preview1 è disponibile pubblicamente per gli sviluppatori, i contributori e gli early adopter più entusiasti. È un modo standard per consentire alla comunità di testare nuove funzionalità e tecnologie, correggere bug e in generale preparare il proprio ambiente per l'aggiornamento di Ruby.

Quale versione di Ruby è stabile?

Dalla versione 2.1.0, Ruby ha adottato Versionamento semantico, che ha in qualche modo standardizzato la marcatura di ciascuna versione. Mentre prima si trovava la versione 1.8.7, seguita da patch come 1.8.7-p248 o 1.8.7-p302: anche queste erano considerate versioni stabili. Il controllo delle versioni semantico ha portato maggiore chiarezza, come 2.7.1, seguito da 2.7.2, 2.7.3 e così via. La versione patch è intesa nel controllo delle versioni semantico come la modifica del terzo numero.

Questo lo rende abbastanza semplice identificare le versioni stabili-quelli che hanno nessun testo aggiuntivo dopo il numero di versione. Quando guardi Cronologia delle versioni di Ruby (al momento della pubblicazione di questo articolo), la prima è una versione di anteprima, mentre le successive sono versioni stabili.

Rilasci Ruby

Quale versione di Ruby è supportata?

In primo luogo, una versione supportata o mantenuta significa che riceve regolarmente correzioni funzionali e di sicurezza. La pratica attuale è che almeno le due versioni più recenti siano mantenute almeno da patch di sicurezza

La fine ufficiale del ciclo di vita delle versioni recenti viene annunciata con il rilascio iniziale. Di solito trascorrono più di 3 anni dal rilascio iniziale della versione maggiore o minore, consentendo agli sviluppatori e agli utenti spazio sufficiente per pianificare la roadmap tecnologica nei loro progetti.

Aggiornamento della versione di Ruby

Che tu sia uno sviluppatore o un utente di un'applicazione locale basata su Ruby, dovresti essere a conoscenza degli aggiornamenti, comprese le versioni patch. Mantenere aggiornato il proprio stack tecnologico è uno dei capisaldi di un’applicazione moderna e sicura.

Garantire la compatibilità con le versioni Ruby

Gli sviluppatori di applicazioni decidono quali versioni di Ruby sono compatibili/supportate dalla loro applicazione. Il principio standard prima di annunciare la compatibilità di una nuova versione di Ruby è installare il nuovo Ruby in un file ambiente di test con la loro applicazione ed eseguire test automatici. Dopo aver risolto tutti i problemi, possono dichiarare la compatibilità.

Usiamo l'esempio della versione 5.1.0 di Redmine, che ha annunciato la compatibilità con Ruby 3.2. (e abbandonando il supporto per Ruby 2.5 e 2.6).

Ora gli utenti/amministratori di Redmine scaricheranno la nuova versione. Essendo amministratori consapevoli e responsabili del proprio ambiente, aspettavano con ansia il supporto di Ruby 3.2. Ora possono aggiornare Ruby, insieme a Redmine, e godersi la soddisfazione delle nuove versioni supportate da tempo sia della loro applicazione che del linguaggio Ruby sottolineato.

Gestire facilmente gli aggiornamenti della versione di Ruby

Un lato apparentemente più oscuro di questa storia è l'abbandono del supporto di una certa versione di Ruby nei nostri esempi 2.5 e 2.6. Gli utenti che tentano di installare il nuovo Redmine sono "costretti" ad aggiornare la propria versione di Ruby. Dato che queste versioni Ruby sono già giunte a fine vita da tempo, si tratta di un valido incentivo da parte di Redmine a richiedono versioni Ruby più recenti per eseguire la loro applicazione.

La comunità ha creato strumenti per semplificare la gestione delle versioni Ruby. Ad esempio, nella nostra guida a aggiornando la versione di Ruby sotto l'applicazione Easy Redmine, utilizziamo lo strumento RVM (gestore della versione Ruby).

Le versioni normali di Ruby mantengono le app in esecuzione

La comunità open source ha portato al mondo qualcosa di veramente speciale con il linguaggio Ruby e i successivi miglioramenti. Questi miglioramenti continuano ad arrivare, insieme alle necessarie correzioni di sicurezza. Le versioni Ruby vengono rilasciate regolarmente e in modo prevedibile fornendo accesso anche alle anteprime e ai candidati al rilascio.

Le applicazioni eseguite su Ruby mantengono la loro estensione versioni supportate aggiornate, e lo stesso dovrebbero fare gli utenti di queste applicazioni. Esistono strumenti che eliminano il potenziale stress derivante da questo tipo di necessità di manutenzione.

Sblocca tutto il potenziale del tuo Ruby progetti con Easy Redminel'integrazione e le funzionalità avanzate di!

Domande frequenti

Ruby 3 è più veloce?
Come funziona il controllo delle versioni di Ruby?
Come faccio a sapere quale versione di Ruby è supportata?

Articoli correlati

3 minuti letti
Ruby 2.3 Deprecazione

Annuncio per gli amministratori di server che si occupano della soluzione Easy Redmine Server. A partire dal 30. 4. 2020, il supporto per Ruby 2.3.x è caduto a causa della crescente deprecazione di questa versione da componenti di terze parti utilizzati da Easy Redmine.

Per saperne di più
5 minuti letti
Redmine 5.0: vale la pena aggiornare?

Redmine 5.0 è l'ultima versione del popolare software di gestione dei progetti open source. Poiché si tratta di una versione principale, l'aggiornamento ad essa è ovviamente tecnicamente più impegnativo rispetto all'aggiornamento a qualsiasi versione minore. Ma vale la pena aggiornare? Vediamo.

Per saperne di più

Prova Easy Redmine in 30 giorni di prova gratuita

Funzionalità complete, protezione SSL, backup giornalieri, nella tua geolocalizzazione